Logo CNR

Mappe dei fattori di amplificazione sismica per l’Italia

NewsMappe dei fattori di amplificazione sismica per l’Italia

Mappe dei fattori di amplificazione sismica per l’Italia

Lo studio della risposta sismica locale permette di valutare le modifiche che un segnale sismico subisce per effetto delle condizioni topografiche e stratigrafiche locali. In particolare, gli approcci numerici, sulla base di una dettagliata conoscenza delle condizioni geologiche e geomorfologiche locali e di codici di calcolo avanzati, possono essere applicati esclusivamente per lo studio di area di estensione ridotta (ad esempio minore di 2 km2).

Questo lavoro propone mappe dei fattori di amplificazione ricavate attraverso simulazioni numeriche della risposta sismica locale relative a modelli monodimensionali di sottosuolo basati su dati sito specifici.

Le mappe dei fattori di amplificazione sono state realizzate in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale. Noto il segnale di riferimento all’affioramento della formazione rocciosa, il fattore di amplificazione permette di stimare il moto sismico atteso al sito di interesse in funzione delle caratteristiche litostratigrafiche locali.

Dapprima sono stati elaborati i dati (geologici, geofisici e geotecnici) archiviati nel Database Nazionale degli studi di Microzonazione Sismica. Sono stati definiti circa 2 milioni di profili di variazione con la profondità della velocità di propagazione delle onde di taglio. Sono state eseguite ed elaborate circa 30 milioni di simulazioni numeriche della risposta sismica locale grazie ad un codice di calcolo realizzato dal gruppo di lavoro (DPC e CNR-IGAG).

I fattori di amplificazione sono proposti per tre intervalli di periodi (0.1-0.5 s; 0.4-0.8 s e 0.7-1.1 s) e per tre percentili (16°, 50° e 84°).

Le mappe dei fattori di amplificazione sono utilizzabili per migliorare la previsione della domanda sismica su area vista e sono funzionali alla realizzazione di scenari di danno su strutture e infrastrutture per la mitigazione del rischio sismico.

 

TITOLO: Seismic amplification maps of Italy based on site-specific microzonation dataset and one-dimensional numerical approach

AUTORI: Gaetano Falcone, Gianluca Acunzo, Amerigo Mendicelli, Federico Mori, Giuseppe Naso, Edoardo Peronace, Attilio Porchia, Gino Romagnoli, Emanuele Tarquini, Massimiliano Moscatelli

RIVISTA: Engineering Geology

LINK TEMPORANEO PER FREE-DOWNLOAD: https://authors.elsevier.com/c/1d0Zc38lpFrPK

LINK PERMANENTE: https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0013795221001812

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *